Fatturazione elettronica

ZenShare Suite ha messo a punto un servizio per gestire, secondo le prescrizioni di legge, l’intero processo di fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione, si tratta di ZenShare Cloud FEPA.

Fatturare verso la PA sarà semplice, intuitivo ed economico.

Si tratta di un servizio ALL INCLUSIVE in grado di gestire e monitorare in modo semplice TUTTE le fasi della fatturazione elettronica verso la PA:

  • generazione fattura in formato XML

  • apposizione firma digitale

  • invio al Sistema di Interscambio

  • conservazione digitale

Il sistema è inoltre aggiornato all’ultima versione per la gestione dello split-payment*

Non solo, ZenShare Cloud FEPA è l'unico servizio che mette a disposizione dei suoi utenti una dashboard semplice e di facile lettura in grado di fornire un colpo d'occhio sul numero e sullo stato di tutte le fatture emesse verso la Pubblica Amministrazione.
I vantaggi di ZenShare Cloud FEPA in 3 minuti
Compilare manualmente una fattura con ZenShareCloud Fepa (Tutorial)

A chi si rivolge

Singole Società

Gruppi di società

Commercialisti

Associazioni di categoria

Liberi professionisti

Perché conviene di più?

 
E’ interamente Web based.

Nessun software  da installare, è sufficiente un web browser.

Ha un‘interfaccia semplice e intuitiva.

La compilazione della fattura richiede pochissimo tempo.

Zero errori: le fatture vengono accuratamente controllate  e validate dal sistema prima di effettuare l’invio effettivo al Servizio di Interscambio.

Avrai un supporto per la prima attivazione e avrai a disposizione un servizio di customer care tramite ticketing.
interfaccia-FEPA
interfaccia-FEPA
interfaccia-FEPA2

PROCESSO

I passi operativi che vengono gestiti dal servizio sono i seguenti:

  • il cliente invia i flussi tramite il canale pre-definito SFTP:

    1. uno script individua i file caricati e un mover li sposta in una folder differente
    2. un altro script monitora la cartella e, individuato un file, avviene la lettura dello stesso e avviene l’indicizzazione:
      - anagrafica emittente (partita iva, codice fiscale, ragione sociale, indirizzo)
      - anagrafica destinatario (partita iva, codice fiscale, ragione sociale, indirizzo completo, codice PA)
      - numero fattura, data emissione, totale fattura
      - PDF associato alla fattura (non l'originale, ma una sua copia)

  • produzione delle fatture elettroniche secondo le regole dell’XML schema;
  • applicazione della firma digitale remota per certificare la validità del flusso inviato;
  • preparazione di un singolo zip per flusso (dimensioni max 150 MB) contenente: XML PA, PDF completo, eventuali allegati;
  • avvio della procedura di scambio dati con il SdI, secondo le regole tecniche. L’invio vero è proprio è effettuato tramite FTP;
  • SdI controlla la correttezza formale di ogni fattura e, in caso di errore, invia notifica di scarto;
  • la fattura è inoltrata alla PA di destinazione, con rilascio della relativa ricevuta di consegna;
  • entro 15 gg dall’invio dei flussi, la PA rilascia la notifica di esito (accettazione/rifiuto);
  • il SdI elabora la validità di questa notifica e, in caso positivo, inoltra la notifica di esito al Fornitore;
  • in caso di decorrenza dei termini, Sogei sollecita la PA e avverte il Fornitore con dei flussi informativi riconciliabili all’interno del DB (utilizzando il codice flusso)
  • viene aggiornato il portale di monitoring secondo gli ack ricevuti dai flussi del SdI;
  • si attiva la conservazione sostitutiva dei flussi di fatturazione elettronica, attraverso i seguenti step:

    1. i singoli file firmati digitalmente vengono gestiti in base alla tipologia;
    2. sui flussi omogenei, viene creata la lottizzazione di conservazione e ogni lotto viene chiuso con firma digitale e marca temporale;

  • è disponibile un portale di monitoraggio web-based per visualizzare l’esito della fatturazione elettronica e poter recuperare le fatture elettroniche e i PDF


GENERAZIONE DELL’XML PER LA PA

Le caratteristiche dell’XML da produrre per essere compliant con la normativa sono disponibili online qui.

La generazione di tale XML può essere fatto secondo le seguenti modalità:

  • da flusso PDF > il modulo di estrazione dati da fatture PDF implementa una logica euristica, valida sia nel caso di PDF testo (o vector) sia in caso di scansione. In quest’ultimo caso viene impiegato un software di OCR.

  • da pre-elaborato > la soluzione prevede che il flusso, previa mappatura, generi un lotto di output (indicizzato e normalizzato) per essere trasferito presso il SdI. Tutta l'infrastruttura è basata su un modello modulare e scalabile che permette di organizzare le singole unità elaborative su host distinti in funzione dei carichi di lavoro attesi.

CHECK SUI CAMPI

I principali controlli che vengono eseguiti, onde evitare errori di digitazione, sono:

  • verifica che i campi obbligatori per la PA siano tutti stati valorizzati;
  • verifica che il codice PA sia congruente con il CF del destinatario;
  • validazione sintattica di CF, P.IVA, IBAN.

LA CONSERVAZIONE DIGITALE

Essendo fatture elettroniche quelle inviate verso la PA, è necessario prevedere alla loro conservazione digitale.

Per tale operazione i passi operativi svolti sono i seguenti:

  • creazione di lotti di conservazione separati per tipologia di appartenenza;
  • firma digitale dal delegato del responsabile della conservazione;
  • marca temporale rilasciata da una TSA italiana iscritta all’albo.

LE MODALITÀ DI FIRMA

Per l’apposizione della firma digitale si possono seguire le seguenti strade:

  1. vengono generati i singoli file, inviati al Cliente per applicazione della firma e reinviati all’intermediario per l’invio a Sogei;
  2. il Cliente delega il provider per l’attività da espletare massivamente;
  3. il Cliente fornisce l’accesso ad un certificato di firma remota in modo da firmare elettronicamente tutti i flussi in maniera massiva.




PUBBLICA AMMINISTRAZIONECONSERVAZIONE SOSTITUTIVAContattaciScarica la brochure